Ricetta di Maria Grazia Calò: Paella di pesce alla catalana

Di , scritto il 01 Maggio 2008

paella

Ho sempre pensato che la paella fosse un piatto impossibile da preparare per una cuoca non troppo esperta. Invece, quando l’ho vista approntare in tv da Maria Grazia Calò, l’ho trovata più semplice e veloce di quanto pensassi. Più che altro, bisogna possedere un tegame molto largo capace e adatto per la paella, perché la quantità di ingredienti lo richiede. Ma veniamo al dunque:

Preparare 1 litro abbondante di fumetto di pesce; poi sciogliere 2 bustine di zafferano con un po’ di fumetto caldo. Sbollentare separatamente tra loro 200 grammi di piselli freschi e 200 grammi di fagiolini in acqua bollente salata; tagliare 200 grammi di peperoni (rossi e gialli) a dadini non troppo grandi.
Saltare (sempre separatamente) i peperoni, i fagiolini tagliati a pezzettini e i piselli in padella con olio; nei piselli e nei peperoni aggiungere 1 spicchio di aglio in camicia. Intanto pulire 500 grammi di seppie o calamari, ridurle a pezzetti; tritare al coltello 1 cipolla dorata. Scaldare dell’olio nel tegame e farvi rosolare la cipolla tritata; unire poi le seppie e lasciarle brasare per 2-3 minuti. Nel frattempo pulire 10 gamberi o mazzancolle lasciando però la testa e l’ultima parte della coda, che li rendono più decorativi. Aggiungere alle seppie 400 grammi di riso parboiled e farlo tostare, sfumare con lo zafferano già sciolto, quindi unire 300 grammi di pomodoro a pezzettoni, 1 punta di peperoncino fresco e cuocere per 4-5 minuti aggiungendo una parte del fumetto di pesce. Coprire il tegame con un foglio di carta stagnola oppure con un coperchio adatto.
Trascorso questo tempo, scoprire, aggiungere il fumetto rimanente, aggiustare di sale e pepe, rimestare e aggiungere le verdure precedentemente saltate. Disporre 500 grammi di cozze già spurgate tutt’intorno alla superficie del riso e verdure nel tegame, mettere invece al centro 500 grammi di vongole già spurgate e i gamberi precedentemente puliti. Cuocere la paella coperta per altri 8 minuti senza più mescolare. Servire caldo.

2 commenti su “Ricetta di Maria Grazia Calò: Paella di pesce alla catalana”
  1. […] non mangiate carne o pesce e quindi dovete scartare la paella tradizionale, potete trarre ugualmente molta soddisfazione da questa paella vegetariana, una variante ispirata […]

  2. […] Avendo recentemente parlato della città di Alghero, completiamo il discorso con una ricetta che ne rivela le origini catalane e che costituisce una sorta di ponte tra la cultura sarda e quella spagnola. Se invece preferite una paella più classica, affidatevi senza remore ai consigli di Maria Grazia Calò (su questa pagina). […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009