I pesci d’autunno: quali scegliere

Di , scritto il 02 Novembre 2009

Pagello_bastardoSi sa che il pesce fa sempre bene, tutto. Non ci sono infatti grosse differenze nutrizionali tra i vari pesci, né specie di serie A e di serie B: per tutte quante è ottimo il contenuto di proteine, vitamine e minerali (solo molluschi e crostacei contengono più grassi). Ottima la digeribilità, molto maggiore di quella della carne, soprattutto se il pesce viene cucinato nella maniera più semplice, con pochi odori che ne coprono il sapore e a fuoco leggero per non rovinare le carni. Certo, il pesce fritto è gustoso, ma molto più pesante per il nostro apparato digerente.

Premesso questo, ci sono pesci per tutte le stagioni, perché diversi sono i periodi in cui un determinato pesce viene pescato. Abbiamo già parlato dei pesci di primavera, ampliando l’argomento in questo secondo post, ma ora che siamo in autunno, quali sono le specie da preferire? Noi suggeriamo queste:

* L’ombrina, anche detta tigre dei mari perché è una feroce predatrice dei pesci più piccoli. Ha delle carni eccellenti, è ottima in forno con patate, come spiegato in questa ricetta.

* La leccia, un altro predatore del Mediterraneo, può arrivare anche ai 50 kilogrammi di peso. Vi consigliamo di preparane un trancio al cartoccio, come spiegato su questa pagina.

* Il fragolino o pagello fragolino, così chiamato per la livrea rosata sul dorso. Le sue ottime carni sono ottime per preparare un ragù con cui condire la pasta fresca (qui la scheda).

* La gallinella, con i suoi splendidi colori. Si chiama così perché “razzola” sul fondo marino con le sue curiose zampette. E’ un pesce di cui non si butta via niente, inclusa la lisca ottima per fare un brodo con cui tirare un risotto. Si può anche gustarla bollita o in una zuppa di pesce, infatti è uno degli ingredienti classici per il cacciucco alla livornese.

* Il pagello bastardo o manfrone o mafrone (nella foto) è riconoscibile dalla riga dorata sul dorso. Ve lo proponiamo cucinato alla siciliana, con i capperi (qui le istruzioni).

Ora sta a voi cercare questi pesci nelle pescherie: ricordate che, finché non c’è una forte domanda non ci sarà neppure offerta!

2 commenti su “I pesci d’autunno: quali scegliere”
  1. […] Imparare ad adattarsi e apprezzare le varietà meno note. Qualche idea in questo articolo sui pesci d’autunno meno conosciuti e i pesci di primavera – senza trascurare i migliori pesci d’acqua […]

  2. […] ha una lisca così tenera che può essere mangiata intera (privandola di coda e testa); * la gallinella; * il pesce san pietro: ha un’enorme testa e aculei sul dorso con due macchie nere al centro […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009