La famosissima bistecca alla fiorentina

Di , scritto il 07 Agosto 2013

bistecca-fiorentinaI motivi per i quali vale la pena visitare Firenze, sono molteplici e tutti validissimi. Il principale è ovviamente rappresentato dall’aspetto artistico-culturale e architettonico, dato che il capoluogo toscano da questo punto di vista non ha niente da invidiare a qualsiasi altra città del mondo. I suoi monumenti e i suoi musei, suscitano ogni anno l’interesse di milioni di turisti, che in qualsiasi periodo riempiono il suo centro storico (dichiarato, nella sua interezza, patrimonio dell’umanità dall’Unesco) dotati di macchina fotografica e zainetto.

Ma Firenze possiede anche una delle cucine più ricche e gustose della nostra penisola, nonché vini tra i più pregiati d’Italia. Considerando l’aspetto culinario, il piatto simbolo della città di Dante è naturalmente la bistecca alla fiorentina.

Per bistecca alla fiorentina si intende quel caratteristico taglio alto di carne di vitellone, o di scottona, che comprende al suo interno l’osso. Questo famosissimo secondo piatto, che molto spesso viene considerato piatto unico, ha una preparazione specifica e particolare, e può essere realizzato in vari modi: alla brace, alla griglia o al sangue.

La bistecca è caratterizzata dall’osso a forma di “T”, che divide il filetto dal controfiletto. Proprio per questo bizzarro aspetto, in inglese essa è conosciuta con l’appellativo T-bone steak.

Se intendete preparare una gustosa bistecca alla fiorentina alla brace ecco un metodo semplice ma efficace. Come prima cosa dovrete occuparvi della brace, facendo si che rimanga viva ma senza fiamma. Dovete poi porre la bistecca sulla griglia (deve essere a temperatura ambiente) e farla cuocere per 5 minuti su ogni lato, in modo che la superficie diventi leggermente abbrustolita. Successivamente, dovete togliere dal fuoco la bistecca e insaporirla con sale e pepe. Dopodiché, potrete portarla in tavola.

Non c’è comunque metodo migliore per gustare un’ottima bistecca fiorentina che recarsi direttamente nella splendida  città toscana, così da cogliere l’occasione per ammirare da vicino le sue meraviglie architettoniche. L’ideale è rimanere almeno un paio di notti nel capoluogo della Toscana, così da gustarsi appieno le sue infinite bellezze.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009