Che cos’è la Römertopf e come si usa

Di , scritto il 09 Novembre 2020

Tutti i cuochi sanno bene che la Germania è una sorta di paese dei balocchi per gli utensili da cucina, infatti nei reparti casalinghi dei loro grandi magazzini si trovano strumenti fantastici a noi del tutto sconosciuti. La Römertopf in realtà esiste da tantissimo tempo, ma per qualche motivo da noi non ha avuto tanta fortuna come nella Mitteleuropa. In realtà è una pentola molto versatile e facile da usare (esclusivamente per il forno, mai sulla fiamma), perché in sostanza va riempita con tutti gli ingredienti e semplicemente infornata.

È tegame di terracotta pressata a forma di barca, con coperchio a cupola. Il suo interno è vetrificato, ma col tempo sulla superficie si formano delle crepe capillari che non devono preoccupare. Per evitare che il coccio si rompa in cottura bisogna soltanto avere l’accortezza di tenerla a mollo nell’acqua fredda per qualche ora prima dell’utilizzo (anche tutta la notte), poi asciugarla e usarla per la preparazione del manicaretto.

Un’altra cosa importante è che la pentola deve essere inserita nel forno ancora freddo. Da non dimenticare poi che nel corso della cottura non bisogna aggiungere liquidi o altri ingredienti freddi, ma soltanto già preriscaldati. Una volta terminata la cottura la Romertopf può essere lavata con spugna e detersivo, o anche in lavastoviglie, ma perché risulti perfettamente pulita conviene grattare prima un po’ la superficie con una spazzola. In ogni caso è normale che dopo un certo numero di cotture l’interno rimanga più scuro. Ricordate infine di farla asciugare bene all’aria prima di riporla nell’armadio: se ben manutenuta la Römertopf può servirvi anche per i prossimi 50 anni!.

La Römertopf è ideale per preparare gli arrosti di ogni tipo o uno squisito pollo tandoori all’indiana. Si presta anche per cucinare senza grassi aggiunti e per cuocere il pane. Noi vi consigliamo una ricetta che ci piace particolarmente, quella della fesa di tacchino arrosto con funghi. La cottura è lunghissima, perciò è consigliabile riservarla a giorni di festa o occasioni speciali. In questo caso bisogna mettere nella Romertopf una fesa di tacchino arrotolata e legata, aggiungere un mazzetto di rosmarino, qualche cipollina novella e abbondanti funghi freschi (oppure secchi ma già fatti rinvenire in acqua) e un bicchiere di brodo. La pentola va infornata e il forno portato a 65 °C, la cottura deve proseguire per 10 ore (ogni tanto la fesa va rimestata). Poi la fesa va tolta e fatta rosolare in padella con olio, aglio, pancetta a dadini e sfumata con un bicchierino di cognac. Nel frattempo la Römertopf con il fondo di cottura starà in forno a 150 °C per 30 minuti. Quando la fesa è ben rosolata va tagliata a fette e rimessa nella pentola di coccio a insaporire, aggiustando di sale e pepe.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009