Ricetta: Polenta alla valdostana

Di , scritto il 14 Dicembre 2009

PolentaIl segreto per preparare una polenta senza fastidiosi grumi? Non portare l’acqua a completa ebollizione, ma iniziare a versare la farina gialla – molto, molto lentamente – appena prima che l’acqua levi il bollore. Il bello della polenta è che non ci si può sbagliare facendola cuocere troppo, anzi: più si cuoce e più risulta buona. Vediamo come condirla nella maniera classica valdostana, per la gioia dei celiaci e dei vegetariani…

Portare a ebollizione 2 litri di acqua, aggiungere 1 cucchiaino abbondante di sale, versarvi 500 grammi di farina di mais a pioggia e mescolare bene con una frusta. Fare cuocere la polenta per 45 minuti, mescolando quasi continuamente con un cucchiaio di legno. Versarla poi su un tagliere in legno e, quando si sarà solidificata, tagliarla a fette. Intanto tagliare a fettine 250 grammi di fontina non troppo stagionata.  In pochissimo olio fare appassire 6 pomodori maturi per qualche minuto, aggiustare di sale verso la fine della cottura. Ungere d’olio una teglia e foderarla con uno strato di fette di polenta. Coprirle con uno strato di pomodoro e uno di fontina. Ripetere l’operazione fino a esaurire gli ingredienti, terminando con la polenta e il sugo. Passare in forno la teglia a 180° C e farla cuocere per 20-25 minuti. Sfornare e servire la polenta ben calda.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009