La nuova trasmissione Cambio Cuoco su Sky: una formula riuscita!

Di , scritto il 15 Novembre 2011

cambio cuocoA nostra memoria, mai come ora sono stati trasmessi tanti programmi televisi sul tema dei fornelli; di solito sono condotti da un personaggio famoso che insegna al pubblico a cucinare, che si improvvisa chef anche se non è il suo mestiere, oppure tiene le fila del discorso mentre vari chef più o meno stellati si alternano dietro i banconi con veri e propri esercizi di stile.

La trasmissione Cambio Cuoco – in onda ogni venerdì sera alle 21.00 su Lei, il canale 127 di Sky, con replica il sabato alle 12.10, la domenica alle 19.10 e il lunedì alle 22.00 – propone invece una formula nuova, che lo rende più simile per molti versi al reality show. E in questo senso da la possibilità alle persone “comuni” di partecipare come protagonisti o comunque di immedesimarsi di più nella situazione. E anche di imparare dai cuochi partecipanti alla sfida nuovi semplici segreti che possono risultare utili in cucina.

Ma spieghiamo meglio come si svolge ogni puntata: due famiglie assai diverse tra loro, per provenienza geografica, età, abitudini di vita e tradizione gastronomica si scambiano “il cuoco di famiglia” in occasione del pranzo domenicale – previa rapida conoscenza reciproca delle famiglie, acquisto degli ingredienti necessari e preparazione del dolce da portare l’indomani avvenute il sabato mattina. Così, la domenica mattina, un semi-sconosciuto arriva nelle reciproche case, prende posizione come cuoco nella cucina di casa, propone le sue ricette eseguendole alla sua maniera, con ingredienti e metodi derivanti dal suo vissuto. E poi, quando si riunisce a tavola con la famiglia, propone anche nuovi temi su cui discutere, ovviamente derivanti dal tipo di vita che svolge, dal suo bagaglio di abitudini e dal retaggio culturale da cui proviene. Nel tardo pomeriggio della domenica sera i due cuochi si congedano e ritornano ognuno a casa propria, dove raccoglie le impressioni dei familiari circa lo scambio.

Il programma è vivace e verace, con una pletora di variegati personaggi che ben rappresentano le tante differenze geografiche, culturali e temperamentali del nostro paese. Presenta accessibili proposte culinarie: poiché non provengono da paludati professionisti, consentono anche alla comune massaia di confrontarsi con le sue necessità e abitudini quotidiane in cucina.

Ci piace il confronto tra i diverse approcci assunti, che produce una dialettica molto costruttiva, un ripensamento sui propri riti consolidati nei decenni e una presa di distanza dalle idiosincrasie ben salde in ognuno di noi. Vedere che cosa avviene in queste case da dietro il video è estremamente divertente, ma probabilmente ognuno di noi in quella posizione reagirebbe in modi alquanto ridicoli per persone dalla mentalità diversa.

Ci piace la scelta dei personaggi, che in alcuni casi sembrano delle vere e proprie caricature di prototipi nostrani: la bella signora un tantino ritoccata che vuole sporcarsi il meno possibile le mani in cucina, la classica massaia che vive in funzione della famiglia, la signora napoletana appariscente e un po’ chiassosa.

Alcune pillole di video, possono essere viste sul canale YouTube dedicato.

E se toccasse a noi l’arduo compito di conquistare l’apprezzamento della famiglia ospitante, che ricetta presenteremmo? Forse quella degli Spaghetti alla salvia, di rapida preparazione, ma molto profumata e nutriente. Si procede così: fare bollire per 1 minuto circa 5 foglie di salvia tritate in 2 cucchiai di brodo di carne. Unire 3 cucchiai di burro, spegnere il fuoco e montare l’intingolo con una forchetta o una frusta. Mentre cuociono in abbondante acqua salata 320 grammi di spaghettini, versare l’intingolo in una terrina e unirvi 2 cucchiai di ricotta, 1 tuorlo e 3 cucchiai di grana grattugiato: mescolare velocemente in attesa che la pasta finisca di cuocere (al dente). Versare la pasta scolata e unirvi 2 fette di prosciutto crudo privato del grasso e tritato finemente. Servire subito, in piatti precedentemente riscaldati. Che ne dite, potrebbe prenderli per la gola?


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009