Ricetta: Il brodetto alla vastese

Di , scritto il 15 Novembre 2013

brodettoIl brodetto, lu vrudatte, come lo chiamano gli abitanti di Vasto (una bella cittadina in provincia di Chieti, in Abruzzo) era un tempo un piatto povero che veniva preparato con il pesce non venduto o rimasto impigliato nelle reti. I pescatori della costa teatina, particolarmente quelli di Vasto, lo cuocevano in una pentola di rame, con acqua di mare. Ora il brodetto si prepara e si serve in un tegame di terracotta. E’ un piatto semplice, ma richiede una preparazione accurata, bisogna infatti inserire un tipo di pesce alla volta, in modo che la cottura sia perfettamente uniforme. Viene servito con pane abbrustolito e costituisce un ottimo piatto unico.

Pulire e lavare con cura questi tipi di pesce (senza eliminare le teste) e frutti di mare: seppie, sogliola, merluzzo, triglie, tracina, gallinella, pescatrice, scorfano, razze, vongole, cozze. In un tegame di coccio scaldare olio extravergine d’oliva e degli spicchi d’aglio, aggiungere pomodorini, un peperone tagliato a pezzetti, gambi di prezzemolo e lasciare cuocere per 8-9 minuti. A questo punto aggiungere le seppie e, uno dopo l’altro, gli altri pesci a seconda della durezza e del tempo di cottura necessario (gli ultimi saranno triglie, merluzzo e frutti di mare). Aggiungere sale e foglie di basilico, coprire e lasciare cuocere per 15 minuti, senza spostare il pesce.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009