I mandarini cinesi o kumquat

Di , scritto il 16 Gennaio 2008

Mandarini cinesiNon esistono soltanto le clementine e i mandarini classici, ma anche i cosiddetti “mandarini cinesi” prodotti dalla pianta chiamata kumquat. Sono relativamente dolci e buonissimi da mangiare anche con la buccia. Ne esistono due varietà: quelli tondeggianti, originari del Giappone e quelli ovali, provenienti dalla Cina meridionale.

La pianta che li produce ha dei rami esili con foglie piccole e scure ed è molto resistente al gelo, infatti mia mamma la coltiva da anni senza problemi, pur vivendo in una zona collinare abbastanza fredda.
Oltre che in Estremo Oriente, i kumquat vengono coltivati in modo estensivo anche in Grecia (infatti sono uno dei souvenir più classici che si portano a casa dopo una vacanza sull’isola di Corfù). Sono adatti per l’utilizzo allo stato fresco, per la canditura o anche a scopo ornamentale (perché si conservano a lungo nel tempo).
Se non li conoscete ancora, potete gustarli almento una volta da soli o in una macedonia molto originale composta da grossi acini di uva bianca tagliati a metà, mandarini cinesi tagliati a metà, uvetta lasciata ammollare per qualche ora nell’acqua; il tutto condito con miele.

1 commento su “I mandarini cinesi o kumquat”
  1. […] da colline fertilissime coltivate a vite, olivo, agrumi, fichi e (non me lo sarei mai aspettata) kumquat . L’isola è disseminata di resti archeologici derivanti dalle varie dominazioni che si sono […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009