La nuova frontiera della ristorazione: l’offerta degli chef a domicilio

Di , scritto il 24 Novembre 2019
chef a domicilio

È cresciuta in Italia la richiesta di chef a domicilio, esperti della ristorazione che si rendono disponibili per preparare portate per i padroni di casa e per i loro ospiti. Si tratta di una nuova professione che offre opportunità di impiego a coloro che amano cucinare e che hanno intenzione di fare del lavoro che si svolge in una cucina il loro lavoro. Trattandosi di un settore in costante crescita, sono aumentate notevolmente anche le possibilità di diventare chef a domicilio: accanto a percorsi di formazione tradizionali, infatti, oggigiorno trovano sempre più spazio anche i corsi professionali a distanza, messi a disposizione da realtà come CEF, che permettono dunque di gestire l’apprendimento compatibilmente con le proprie necessità e i propri impegni quotidiani.

Cosa fa uno chef a domicilio?

Bisogna innanzitutto mettere in chiaro che lo chef a domicilio è un cuoco professionista. Chi si impegna in questa attività non è dunque una persona che cucina per passione – come potrebbe fare, ad esempio, quella scelta per cucinare in un gruppo di amici – ma un professionista che ha deciso di trasformare, con la dovuta preparazione, la sua propensione per la cucina in un lavoro e di impegnarsi per soddisfare i palati di coloro per i quali cucinerà.

Chi sceglie di diventare chef a domicilio sa bene che dovrà recarsi a casa dei suoi clienti e cucinare per loro. Saranno i clienti a stabilire la tipologia di pasto da consumare, il numero di portate ed anche gli ingredienti principali da utilizzare. Le singole ricette potranno essere stabilite insieme allo chef: ai clienti viene infatti consigliato di ascoltare i consigli del cuoco a domicilio per un’ottimale riuscita del pasto.

Per la preparazione di alcune portate sono necessari degli strumenti da cucina particolari. Uno dei compiti dello chef che viene a domicilio è assicurarsi che a casa del cliente ci sia tutto l’occorrente ed eventualmente portare con sé gli strumenti che mancano.

Non solo cucinare: servizi extra del cuoco a domicilio

Il compito principale del cuoco a domicilio è ovviamente quello di cucinare tutti i piatti indicati nel menu, ma in realtà ci sono anche altri compiti di cui si occupa.

Lo chef a domicilio provvederà, infatti, anche all’allestimento della tavola – la mise en place non può essere sottovalutata, gli ospiti noteranno sicuramente i dettagli – al servizio al tavolo ed, infine, alla pulizia della cucina al termine del pranzo o della cena.

Non si tratta di compiti che portano ad un aumento della spesa finale per il cliente: nel preventivo che viene proposto dal cuoco a domicilio sono già inclusi anche questi servizi, considerati parte integrante dell’attività di questo professionista del settore della ristorazione.

Quanto costa uno chef a domicilio?

Per quanto riguarda il prezzo di uno chef a domicilio, bisogna prendere in esame i fattori che incidono sul costo. Come è facile intuire, la spesa finale dipenderà dal numero di persone che prenderanno parte al pranzo o alla cena, dagli ingredienti che si deciderà di utilizzare per la preparazione delle portate ed anche dal periodo dell’anno (solitamente durante le festività il costo è maggiore).

Essendoci tanti fattori che concorrono a determinare il prezzo, è difficile stabilire una cifra di riferimento: si può andare infatti da poche centinaia di euro per una cena semplice e con un numero ristretto di invitati, fino a migliaia di euro per cene con ingredienti costosi e numerosi invitati.

Il cuoco a domicilio, dopo aver ascoltato le richieste del cliente, offrirà un preventivo gratuito, così che il cliente possa farsi un’idea della spesa e decidere liberamente se chiedere il servizio professionale di cucina a domicilio o se puntare su una soluzione alternativa.

Per un pranzo o una cena speciale potrebbe essere piacevole abbinare il vino a tutti i piatti che verranno serviti in tavola. Alcuni cuochi a domicilio offrono anche il servizio sommelier, che comporta però un costo extra non incluso nelle attività di base che rientrano nei compiti dello chef. Un discorso simile vale per eventuali lezioni di cucina a domicilio, che possono riguardare sia la preparazione di antipasti, primi e secondi piatti, sia la preparazione di dolci.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009