Ricetta: Minestrone alla fiorentina

Di , scritto il 25 Ottobre 2012

Questo piatto è un vero e proprio emblema del cibo rustico, sostanzioso e cucinato alla maniera tradizionale. Se lo volete preparare con tutti i crismi dovete tenere presente alcune cose: una cottura lentissima a fuoco veramente basso, pepe macinato fresco, olio di oliva di eccellente qualità, servizio in ciotole di coccio, nessuna aggiunta di formaggio e… dell’ottimo Chianti per annaffiarlo!

Lasciare in ammollo per 12 ore 200 grammi di fagioli bianchi secchi, poi scolarli e metterli a cuocere con abbondante acqua fredda, portata lentamente a ebollizione e lasciata sul fuoco medio per 90 minuti. Scolare i fagioli ma tenere da parte il liquido di cottura: passare la metà di essi al passaverdure, raccogliendo la purea ottenuta in una ciotola. Fare rosolare in 5 centilitri di olio extravergine d’oliva per 10 minuti un battuto composto da 1 cipolla, 2 carote, 1 costa di sedano, 1 rametto di rosmarino, 1 rametto di timo, 1 cucchiaio di basilico tritato, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato e 1 spicchio di aglio. Lavare, pulire, tagliare a listarelle 200 grammi di verza bianca, spezzettare 3 pomodori perini pelati e privati dei semi e unirli al soffritto, rigirando bene, poi aggiungere la purea di fagioli, i fagioli interi e il liquido di cottura, oltre a 1/2 litro di acqua tiepida, sale e pepe. Lasciare cuocere per 20 minuti. Unire 100 grammi di maccheroncini corti finché non sono cotti. Versare poi altri 5 centilitri di olio, rimestare e servire subito.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009