Torta alla papaya, un frutto poco sfruttato

Di , scritto il 27 Novembre 2018

La Papaya non è un ingrediente tipico della cucina italiana. Alcuni altri frutti esotici sono stati completamente inglobati dalla nostra tradizione, come ad esempio l’ananas, mentre per la papaya esiste ancora qualche preclusione. Il segreto per gustarla al meglio sta nell’acquistare prodotti di prima qualità, come la Papaya Fratelli Orsero. Per poterne gustare la polpa dolce e aromatica infatti è importante che sia raccolta già matura, o quasi, per giungere sulla nostra tavola in tempi brevissimi. Altrimenti assume un sapore bizzarro, poco gradevole, e una consistenza troppo particolare. Se trovate la papaya verde, in genere un frutto di grandi dimensioni, è perfetta per preparare piatti salati, della tradizione tailandese.

Torta alla papaya e lime
Ingredienti
4 uova
250 g farina
125 g  yogurt bianco
200 g zucchero
250 g papaya
150 g burro morbido
1 bustina di lievito per dolci
2 lime: scorza e succo

Preparazione
Privare la polpa di papaya della buccia e dei semi e frullarla con il succo dei due lime e con la scorza grattugiata. Porre in una ciotola il burro e lo zucchero e montare con delle fruste, o nel bicchiere della planetaria. Aggiungere le uova, una alla volta, senza aggiungere il successivo se il primo non è stato completamente amalgamato. Per questa operazione è importante avere le uova a temperatura ambiente, altrimenti si rischia che il burro si coaguli in minuscoli grumi.

Aggiungere con un cucchiaio la pola di papaya frullata e lo yogurt e, per ultima la farina, mescolata alla bustina di lievito. Mescolare con delicatezza, per evitare di attivare il glutine della farina. Per evitare i grumi è consigliabile setacciare la farina con il lievito. Mettere il composto in una tortiera da 24 cm e livellarlo leggermente. Porre in forno a 170°C per circa 45 minuti. Per verificare che la torta sia cotta è necessario infilare uno stecchino al centro: quando esce completamente asciutto la torta è pronta. Lasciare raffreddare prima di gustare.

Preparare la torta alla papaya e lime
Per gustare al meglio questo dolce è importante che la  frutta sia perfettamente matura. Quando si acquista una papaya deve avere la polpa leggermente morbida al tatto, cedevole ma ancora compatta. Possiamo acquistare una papaya matura anche con un certo anticipo, la conserveremo fino a 2-3 giorni nel frigorifero, dove teniamo frutta e verdura, senza temere che si rovini. Volendo è possibile scegliere uno yogurt al limone o agli agrumi, cosa che intensifica l’aroma acidulo dell’impasto.

Accompagnare la torta alla papaya e lime
Questo dolce molto semplice può essere reso più accattivante accompagnandolo con una crema al lime o anche aggiungendo una glassa reale sulla torta fredda, anche in questo caso al lime o al limone. Si può mangiare come fine pasto delicato, magari avvicinando al dolce un bicchierino di passito, o di zibibbo di Pantelleria. Si tratta di un ottimo dolce anche per una merenda o per una colazione informale, da gustare con la famiglia o con gli amici. La base alla papaya e lime si presta anche per una torta a strati con crema.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009