Perché NON bisogna mangiare il pesce spada

Di , scritto il 30 Settembre 2008

PesceSpada

I dietisti consigliano spesso un trancio di pesce spada come piatto salutare e digeribile. In effetti, come tutto il pesce azzurro, anche questo è ricco di ottimi nutrienti (soprattutto acidi grassi polinsaturi), proteine digeribili e molti minerali.

Eppure vi sono varie buone ragioni per non sceglierlo; eccone alcune:
* Il pesce spada è una specie in via di estinzione. E’ un po’ come mangiare la carne di leopardo, tanto per intenderci.
* Un quarto delle catture di pesce spada effettuate in Italia proviene da reti derivanti: questo tipo di pesca, dichiarato illegale dall’UE spazza via per chilometri e chilometri ogni forma di vita, non solo pesci ma anche e soprattutto delfini e tartarughe e mette a serio rischio l’ecosistema del Mediterraneo.
* In Italia il pesce spada si avvicina alla costa e può essere pescato solo nel periodo che va da aprile a fine agosto. Nel resto dell’anno se ne importano grandi quantità dal golfo di Guinea in Africa, dal Golfo del Messico, dall’Oceania. Questo pesce viene ovviamente trasportato in aereo ed è quindi sottoposto a una surgelazione forzata per via dell’altitudine a cui salgono i cargo, subito seguita da uno scongelamento. Lasciamo a voi immaginare la “sicurezza” alimentare di questo prodotto, spesso irresponsabilmente consumato anche crudo! Non soltanto si rischiano guai intestinali immediati, ma bisogna tenere presente che, con la surgelazione del viaggio in aereo, anche i grassi “buoni” – che tanto bene dovrebbero farci – si ossidano e perdono tutto il loro valore nutritivo.
* Il pesce spada non può essere mangiato troppo giovane, poiché sarebbe troppo piccolo. Poiché però si nutre di altri pesci (ognuno dei quali contiene piccole percentuali di metalli pericolosi derivanti dall’inquinamento), gli esemplari “adulti” pescati e messi in commercio contengono quasi sempre un’alta concentrazione di metalli pesanti (mercurio, arsenico e piombo) responsabili di gravissime malattie.

E pensare che in Italia ci sono almeno 5000 varietà di altri pesci tra cui scegliere, anche molto meno costose.

Quindi, per più di un motivo: siamo responsabili, non mangiamo pesce spada!

5 commenti su “Perché NON bisogna mangiare il pesce spada”
  1. […] Evitare il più possibile tonni (specialmente il tonno rosso), pesce spada, squalo e salmone. Di questi grandi predatori esistono relativamente pochi esemplari e i pescatori […]

  2. salvatore ha detto:

    Pietro ha ragione ,mai come in questi ultimi anni il mediterraneo abbonda di pescespada e si pesca esclusivamente con le coffe o palangari. Le reti sono oltre 15 anni che non le usiamo.QUINDI prima di scrivere cose non vere e che danneggiano il lavoro altrui pensate e meditate

  3. piero ha detto:

    ma cosa scrivete ,cosa ne sapete delle reti del pescespada prima di tutto il pescespada nn e in via di estinsione e ve lo dice uno che ne pesca e anche tanti poi le reti derivanti sono state vietate e si pesca solo con il palangaro di pesce cene piu di prima

  4. […] possibile un ripopolamento che possa ritornare a sostenere la richiesta mondiale: * Pesce spada (ne abbiamo già parlato più diffusamente) * Merluzzo (dell’Atlantico) * Caviale di storione selvatico * Cernia * […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009