Cucina e videoludica: come si abbinano due argomenti così diversi

Di , scritto il 30 Settembre 2021

Il successo e la vasta popolarità che il tema della cucina ha ottenuto durante gli ultimi tempi, hanno contribuito alla nascita di un nuovo sottogenere per il settore delle app e dei videogiochi.

Abbiamo appurato come il format televisivo a tema gastronomico, si sia consolidato specialmente in Italia, ma anche nel resto dell’Europa.

Si pensi ad esempio alla fortunata serie trasmessa in streaming da Prime Video, dove il popolare James May ha realizzato una trasposizione del suo fortunato best seller letterario “Oh Cook! 60 easy recipes that any idiot can make”, edito da Pavilion Books. 

Il successo di questo volume, ora serie tv disponibile sul catalogo Prime, esplora un punto di vista nuovo, divertente e godibile. Quello dedicato a qualcuno che non è capace di cucinare.

L’idea geniale di James May è la seguente: se siamo capaci di cucinare almeno 2-3 piatti, possiamo in teoria imparare a cucinare praticamente ogni cosa. Il format televisivo è basato appunto sul libro, dove Mr. May è stato costretto a imparare a cucinare ben 60 pietanze, con risultati più o meno buoni. L’idea è nata appunto come critica e satira verso i format televisivi di tipo gastronomico di matrice pop, dove appunto viene dato per scontato che mettersi ai fornelli sia un vero gioco da ragazzi.

I migliori videogames dedicati al tema culinario

Tuttavia in molti casi è preferibile affidarsi a chi è davvero capace di cucinare o quantomeno provare a seguire dei corsi di cucina, tramite tutorial e via dicendo. Molto più semplice invece dedicarsi ai videogames a tema culinario. In origine ci fu Cooking Mama, primo gioco di casa Nintendo Ds, dove l’utilizzo del touchpad per console era considerato abbastanza avveniristico per il 2006. Parliamo di un’epoca in cui non era ancora stato lanciato nemmeno il primo iPhone, per il quale si dovette attendere fino all’autunno dell’anno successivo, novembre 2007, per il mercato internazionale.

Per chi fosse interessato a provare questo gioco, non c’è bisogno di avere una console Nintendo dato che oggi è facilmente accessibile scaricando la versione per dispositivi mobili attraverso Google Play Store e l’App Store di Apple, per i device iOS. Il titolo di Cooking Mama pur non essendo un gioco così divertente, diede il via a tutta una serie di giochi, che oggi costituiscono il catalogo della categoria food and beverage.

Abbiamo quindi titoli come Cooking Fever, gioco esclusivamente per smartphone dove possiamo apprendere in oltre 15 ambientazioni le ricette più famose della cucina mondiale tradizionale. Un gioco tanto divertente, quanto impegnativo, visto che conta in versione Android ben 400 differenti livelli.

Anche Cooking Craze è un gioco dove l’obiettivo dichiarato è diventare il miglior chef del mondo. Per farlo bisogna però imparare i piatti tipici di città come Rio De Janeiro, Tokyo, Roma, Parigi e New York. Il fulcro del gioco è basato sulla rapidità di esecuzione dei piatti. Anche in questo caso si contano oltre 400 livelli.

Il gioco è scaricabile su ogni dispositivo e non necessità di connessione internet per farlo funzionare. I giochi online sono diventati sempre più popolari in Italia anche per merito di realtà che operano ormai da lungo tempo come ad esempio https://casino.netbet.it/ dove il gameplay per device mobile oggi è fondamentale, visto che la stragrande maggioranza degli utenti attivi, accede direttamente da smartphone e tablet di ultima generazione.

Conclusioni

La popolarità dei format televisivi dedicati alla cucina hanno conquistato i palinsesti della tv in chiaro e delle trasmissioni on demand. Come avviene per ogni argomento capace di generare un hype durevole, anche questo è stato sfruttato dal cinema, dalle serie tv e dai videogiochi per creare un nuovo filone commerciale e che possa avere ampia presa sul pubblico.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009