Ricetta: Croccante alle mandorle

Di , scritto il 23 Aprile 2021
Croccante alle mandorle

Il croccante alle mandorle è un tipico dolce a base di mandorle e zucchero che esaltano il gusto unico e la croccantezza di questa preziosa frutta secca. Sulle sue origini si sono accese molte discussioni perché questa delizia, tipicamente natalizia, viene preparata in molte regioni dell’Italia meridionale. Alcune testimonianze scritte riportano l’ipotesi che il croccante sia nato intorno al 1200 come derivazione di un tipico dolce arabo a base di mandorle, mele, zucchero e spezie. Vediamo come si prepara.

Versare 500 grammi di mandorle pelate su una teglia e tostarle nel forno statico preriscaldato a 190 °C. Bastano pochi minuti ma fare attenzione che non si brucino. Nel frattempo occuparsi del caramello: prendere un tegame d’acciaio e versare 125 grammi di miele di acacia, 350 grammi di zucchero e qualche goccia di succo di limone. Mescolare per uniformare gli ingredienti facendoli sciogliere a fuoco medio: utilizzare un termometro da cucina per monitorare la temperatura del caramello.

Una volta raggiunti i 140 °C recuperare la teglia con le mandorle tostate e versarle ancora calde nel tegame con il caramello. Mescolare e attendere che la temperatura raggiunga i 170 °C. Rimuovere poi il composto dal fuoco e versarlo in una teglia foderata con carta da forno distribuendolo con un cucchiaio di legno. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Quando il croccante alle mandorle si sarà raffreddato, trasferirlo su un tagliere per tagliarlo a barrette prima di servirlo. 

Alcuni consigli utili per la pre- e post-preparazione del croccante:

  • Il limone è necessario per evitare la cristallizzazione dello zucchero.
  • Il miele, in sostituzione del glucosio, serve a migliorare la resistenza all’umidità.
  • Per ripulire il tegame dal caramello basterà aggiungere poca acqua e portare tutto a ebollizione così il rimasuglio rimarrà più liquido e facilmente eliminabile.

Per conservare il caramello al meglio, avvolgerlo in una carta da forno e riporlo in una scatola di latta o in un vaso con coperchio solo quando sarà freddo. Porre il contenitore in un luogo fresco e asciutto: con il caldo il caramello tende a sciogliersi. I tempi di conservazione possono essere anche di qualche mese o comunque finché le temperature non salgono troppo.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009