Come fare il Tiramisù con i Savoiardi

Di , scritto il 26 Novembre 2015

TiramisùQuella del tiramisù è una ricetta classica, di cui esistono tantissime varianti, ma sicuramente la più apprezzata e conosciuta è la più tradizionale, fatta con i savoiardi. La difficoltà di preparazione di questo squisito dessert è piuttosto bassa e la ricetta è perfetta anche per chi ha poca dimestichezza con la cucina! Per realizzare un buon tiramisù vi occorreranno 30 minuti e poi altre 3 ore per farlo raffreddare in frigorifero. Ma vediamo ora i dettagli e gli ingredienti della Ricetta del Tiramisù.

Per 6 persone vi serviranno:
* 500 grammi di mascarpone
* 30 savoiardi circa
* 200 grammi di zucchero
* 6 uova
* 1 bicchierino di vermouth
* 6 tazzine di caffè
* cacao amaro in polvere

Procedimento:
Cominciate subito preparando il caffè e lasciandolo riposare in una tazza grande con dello zucchero e il vermouth (anche tralasciare il liquore se non vi è gradito).
Nel frattempo dividete i tuorli dagli albumi e cominciate a lavorare i rossi con lo zucchero, fino a ottenere un composto spumoso, chiaro e senza grumi. A quest’ultimo dovrete aggiungere il mascarpone continuando a mescolare energicamente. In un altro contenitore montate gli albumi a neve ben ferma con i rimanenti 250 grammi di zucchero. Dovrete infine incorporare i due composti mescolando delicatamente dal basso verso l’alto con una palettina.
A questo punto il caffè si sarà raffreddato e potrete inzupparvi i savoiardi, che disporrete successivamente in una pirofila uno accanto all’altro per formare almeno due strati intervallati dalla crema precedentemente preparata. Terminate con la crema e spolverate tutto con il cacao amaro. Raffreddate in frigo per almeno 3 ore e servite.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009