La stevia: la novità sana ed equilibrata che sostituisce lo zucchero

Di , scritto il 28 Giugno 2017

SteviaUn’alimentazione sana ed equilibrata è alla base della buona salute, ma mantenere rigidi regimi alimentari a lungo non è sempre facile. Soprattutto i golosi e coloro che amano i dolci possono avere parecchie difficoltà a privarsi per troppo tempo dei prodotti tipici a base di zucchero, con non poche conseguenze: aumento dell’incidenza di malattie metaboliche come il diabete, incremento ponderale, aumento della massa grassa, disfunzioni organiche da eccesso di glucosio nel sangue etc.
Per fortuna oggi è possibile by-passare tutte queste problematiche semplicemente sostituendo il comune zucchero bianco, al cui consumo sono legati i picchi glicemici e tutte le problematiche ad essi collegate, con un prodotto dolcificante completamente naturale: la stevia.
La stevia può essere considerato uno zucchero light, senza calorie e senza tutte quelle conseguenze fisiologiche che apporta nell’organismo, per cui può essere liberamente consumato anche dai diabetici senza alcun rischio.
Utilizzato anche per la preparazione di dolci casalinghi e gelati, la stevia rappresenta davvero una svolta per chi ama i sapori dolci e non vuole più privarsene.

Che cos’è la stevia

La stevia è una pianta che cresce spontaneamente nelle regioni dell’Amazzonia, grazie ad un clima naturalmente umido. Dalle popolazioni indigene del luogo, la pianta di stevia viene utilizzata da sempre, non solo per le sue proprietà dolcificanti ma anche per quelle curative. Per ottenere la stevia che comunemente conosciamo e utilizziamo per la dolcificazione, le foglie vengono fatte essiccare ottenendo così un potere edulcorante notevolmente alto, circa 300 volte maggiore rispetto allo zucchero bianco comune. Un utilizzo costante della stevia e sostitutivo dello zucchero ha registrato una riduzione notevole dell’incidenza di obesità infantile, di diabete e di tumori al pancreas, con conseguente riduzione anche dei costi di gestione del Sistema Sanitario Nazionale per la cura di queste patologie. La sostituzione dello zucchero nei prodotti energetici e nelle barrette proteiche sfruttate dagli sportivi e dagli atleti, poi, consentirebbe una miglior performance delle prestazioni sportive ed un raggiungimento delle masse muscolari magre molto più rapidamente, grazie all’azione della stevia che non trattiene liquidi e non induce l’aumento delle adiposità localizzate.

Come usare la stevia

La stevia, essendo un dolcificante naturale e senza nessun effetto collaterale o secondario, può tranquillamente essere utilizzata senza alcun problema o restrizione. Per la dolcificazione di torte, creme, gelati e per la pasticceria in generale, la stevia si rende utilissima soprattutto perché può essere inserita tanto a freddo quanto a caldo, essendo fortemente resistente agli sbalzi di temperatura. La stevia può essere addizionata al caffè e al tè, ma bisogna tener presente che il suo potere dolcificante è ben 300 volte superiore a quello dello zucchero, per cui la quantità da aggiungere va sempre razionata in base a queste proporzioni, oltre che alle preferenze del palato.
Non va dimenticato che la stevia ha un retrogusto delizioso di liquirizia, il che rende particolarmente positivi alcuni tipi di abbinamenti culinari, difatti vincenti risultano le associazioni con la menta, il limone, il cioccolato al latte, il cacao amaro e la vaniglia. La stevia può essere largamente utilizzata anche per la produzione di gelati in proprio, così come in quelli di produzione professionale, sottolineandone però l’inserimento perché costituisce un ingrediente di pregio che fa aumentare il costo del prodotto finale. A fronte di un costo maggiore, però, si ottiene un prodotto più genuino, sano e altamente gustoso che nulla ha a che vedere con i prodotti dolcificati con il comune zucchero bianco da cucina.
Anche le bevande fredde estive e le macedonie di frutta fresca possono essere addolcite con pochi grammi di stevia che troviamo in comodi barattoli qui https://greekflavours.com/it/miele-conserve/tipo/stevia consentendo la perfetta conservazione.

Come calcolare il quantitativo di stevia rispetto allo zucchero

Quando si sceglie di eliminare lo zucchero e passare definitivamente alla stevia, bisogna tener presente due fattori: in primo luogo, se è pur vero che la stevia ha un costo maggiore, è anche vero che il quantitativo da utilizzare è di molto inferiore rispetto a quello dello zucchero; in secondo luogo, la proporzione stevia-zucchero va sempre rivista in base alle ricette che si vanno ad eseguire, anche se in linea di massima si può dire che 100 grammi di zucchero bianco possono essere sostituiti da 40 grammi di stevia.
Per evitare di fare errori e di procedere alla preparazione di un dolce utilizzando troppa stevia, all’inizio sarà necessario prendere la mano con le proporzioni sfruttando ricette già ben conosciute e addizionando gradualmente la stevia già comparata e pesata. In questo modo, di volta in volta, si potrà verificare la dolcificazione dell’impasto e di conseguenza la necessità di aggiungerne altra o di limitarsi.
Va anche considerato che avendo un alto potere dolcificante, la stevia va ridotta in alcuni dosaggi, soprattutto se i palati non gradiscono troppo il sapore dolce, mentre va fatta sempre attenzione agli abbinamenti di gusti grazie a quel suo gradevole retrogusto di liquirizia quasi balsamico.

Stevia Greek Flavours, la migliore sul mercato

Alcuni prodotti culinari speciali vengono già commercializzati con la dolcificazione a base di stevia, il che permette di superare tutti i limiti del dosaggio giusto e dei corretti abbinamenti. Tra gli ottimi prodotti Greek Flavours, per esempio, la stevia è contenuta nella crema di miele, mandorle e semi di tahini e girasole, creando un mix culinario vincente e gradevolissimo al palato. La stessa azienda, poi, commercializza la stevia in cristalli, in diversi formati a seconda delle esigenze personali: confezione da 40 bustine di 2 grammi l’una, barattoli da 150, 300, 600 e 900 grammi.
La qualità della stevia Greek Flavours è altissima perché garantita dall’utilizzo di esclusive materie prime di elevata qualità, selezionate e lavorate solo per assicurare il meglio al consumatore.
La stevia Greek Flavours, inoltre, ha un potere dolcificante pari ad 1:3, vale a dire che è tre volte più dolcificante dello zucchero bianco; questa proporzione rende molto facile dosare la stevia nelle preparazioni dei dolci e delle torte, senza rischiare di eccedere o limitarsi eccessivamente.
Tutto il processo produttivo della stevia Greek Flavours è certificato e garantito al 100%, ottenuto da colture greche della pianta, poi raffinata in Francia.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009