Come scegliere un’impastatrice professionale

Di , scritto il 15 Ottobre 2019
Impastatrice professionale

Sono passati gli anni in cui le nostre nonne, con tanta forza e pazienza si destreggiavano in cucina impastando a mano per creare torte, pane, pizza o qualsiasi altro prodotto che si potesse realizzare sfruttando alimenti semplici.

I sapori di una volta erano senza dubbio molto più particolari ed il cibo era ovviamente molto più genuino rispetto a quelli dei prodotti pre-confezionati che troviamo oggi nei supermercati o nei banchi frigo dei centri commerciali.

La società frenetica nella quale viviamo, però, impone determinati ritmi che, spesso e volentieri, non danno modo di poter realizzare impasti home-made proprio come erano solite fare le nostre nonne.

Una soluzione per poter apprezzare ancora i sapori di una volta, però, c’è. Acquistare un’impastatrice potrebbe essere, senza dubbio, un metodo per poter approcciarsi alla cucina più elaborata, risparmiando notevolmente tempo. C’è però il bisogno di optare per un modello che sia professionale, adatto ad ogni tipo di impasto, proprio per avere la certezza di ottenere prodotti di qualità nonostante i tempi ridotti di preparazione.

Dunque, come scegliere un’impastatrice professionale? Quali caratteristiche deve avere per poter essere definita di qualità? Il primo passo è senza dubbio quello di valutare in maniera attenta tutte le caratteristiche e le particolarità di ogni modello che si va a prendere in considerazione. Riuscire a distinguere un prodotto da un altro è fondamentale per una scelta ottimale. È necessario, quindi, valutare i seguenti aspetti e compararli:

  • Potenza: è il primo fattore da considerare quando si vanno a mettere a confronto diversi modelli di impastatrici. È infatti necessario che questo strumento sia in grado di poter impastare senza alcun tipo di problema anche gli alimenti più difficili, se si vuol ottenere un buon risultato finale;
  • Livelli di velocità: acquistare un’impastatrice con più livelli di velocità dà accesso ad una maggiore possibilità di realizzare diverse tipologie di impasti, a partire da quelli del pane, fino ad arrivare a quelli del panettone, ad esempio, che richiedono una minore energia. Più velocità si avranno a disposizione, maggiore sarà il raggio di azione nel quale si potrà operare in cucina;
  • Capacità: acquistare un’impastatrice abbastanza capiente darà modo al suo utilizzatore di poter ottenere un impasto importante, senza doverlo realizzare più volte.

L’importanza di scegliere un buon prodotto

Spesso e volentieri, ci si lascia prendere la mano dalla voglia di risparmiare. Il risparmio è sempre una buona cosa, ma è bene valutare attentamente ciò che si va ad acquistare ad un prezzo molto inferiore, valutando la qualità del prodotto che si sceglie. Spesso, infatti, un prezzo stracciato può essere sinonimo di bassa qualità e ciò significa che il risultato finale non sarà affatto buono e che molto probabilmente la qualità degli impasti realizzati non sarà affatto paragonabile agli impasti fatti in casi ai quali tanto si ambisce.

È importante quindi scegliere un prodotto di qualità, anche magari pagando un prezzo leggermente più alto, ma avendo la certezza che ciò che si sta acquistando possa essere utilizzato nel tempo senza deteriorarsi e permettendo una realizzazione ottimale anche dopo diversi utilizzi. Proprio in relazione alla durevolezza dell’impastatrice, è consigliabile prendere in considerazione anche la garanzia della stessa, in modo da avere la sicurezza di essere coperti anche a lungo raggio, nel caso dovessero insorgere problemi tecnici dopo l’acquisto.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009