Ricetta: Flan di pere

Di , scritto il 18 Settembre 2014

Flan di pereAvremmo anche potuto chiamarla crostata di pere, ma non sarebbe stata la stessa cosa, perché non intendiamo il tipo di torta con base di pastafrolla e un graticcio di striscioline in superficie. Questa dovrebbe essere più propriamente chiamata pear pie, come dicono gli anglosassoni, visto che le pere sono parzialmente ridotte a una purea. Ecco come si prepara.

In una capiente ciotola setacciare 100 grammi di farina, con 1 cucchiaino di cannella in polvere, 50 grammi di burro ammorbidito a temperatura ambiente e 25 grammi di noci finemente tritate. Mescolare bene, poi aggiungere 1 tuorlo e 2 cucchiai di acqua fredda. Mescolare con molta cura, poi lasciare raffreddare in frigorifero per 30 minuti. Intanto, in una casseruola mettere 500 grammi di pere cotte e qualche cucchiaio dello sciroppo di cottura. Omogeneizzarle con un frullatore a immersione (a parte alcune fettine che terrete da parte). Aggiungere la scorza grattugiata di 1 limone, portare a ebollizione e lasciare sobbollire per 5 minuti. Aggiungere 1 cucchiaio di maizena e 1 cucchiaio di succo di limone e mescolare, continuando a cuocere finché non si addensa.

Poi riprendere la pastafrolla precedentemente preparata e, con un matterello stenderla in modo che possa coprire una il fondo e i bordi di una teglia bassa del diametro di circa 20 centimetri. Punzecchiare la superficie con una forchetta e fare cuocere alla cieca in forno a 190 °C per 15 minuti. Poi riempire la frolla con il composto di pere e livellare bene, sistemando le fettine tenute da parte su un lato come guarnizione. Rimettere in forno per altri 20 minuti. Quando la torta è fredda cospargerla con zucchero a velo.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009