Una padella con rivestimento in ceramica? Sì, la consigliamo!

Di , scritto il 24 Settembre 2009

Padella_ceramicaLe padelle in ceramica hanno passato a pieni voti il nostro esame con vari test in cucina: le abbiamo provate cibi di consistenze diverse, con condimenti disparati, procedimenti e temperature differenti. In ogni caso sono perfette: con pochissimi grassi o liquidi riuscite a ottenere cibi croccanti e ben cotti, con minima dispersione delle sostanze nutritive.

Il rivestimento in ceramica sopra un fondo di alluminio ad alto spessore è estremamente resistente e facile da pulire: il cibo non ha la tendenza ad attaccarsi e una veloce passata della spugna imbevuta di detersivo per piatti lo rende perfetto.

Inoltre, è sicuro, poiché non contiene materiali potenzialmente dannosi per la salute come purtroppo avviene nelle padelle rivestite di teflon che dopo qualche tempo iniziano a graffiarsi e a disperdere materiale tossico.

Se avete bisogno di cotture rapide con pochissimi grassi, sarà ancora più adatto ancora meglio un wok con rivestimento in ceramica. Grazie alla sua forma concava distribuisce uniformemente il calore, ed è perfetto per la cottura rapida di ortaggi o carne alla maniera cinese, oppure per saltare pasta e riso. Oppure potete optare per una tradizionale padella in ceramica (il diametro ideale è di 24 cm). Per entrambi consigliamo di verificare che il manico sia in silicone resistente alle alte temperature, per poter essere afferrate senza scottarsi e andare in forno a temperatura minima (fino a 160°C).

Se volete fare felice una cuoca, una padella in ceramica è una bella idea regalo!

Mascherine in pronta consegna

5 commenti su “Una padella con rivestimento in ceramica? Sì, la consigliamo!”
  1. Lori ha detto:

    Ho da pochi mesi Padella Aeternum rivestita in ceramica, ha cominciato a perdere il rivestimento in ceramica dopo poco, anche usando l’accortezza di non usare forchette o altri utensili di metallo per girare i cibi. Tutto quello che si stacca ce lo siamo mangiati.
    Mi domando quanto sia stata testata la tossicità di questi rivestimenti antiaderenti tanto pubblicizzati di ceramica, che di ceramica ha solo il colore e la parvenza perché da quanto ho potuto verificare , si tratta di nanotecnologie, cioè materiali creati in laboratorio.

  2. laura ha detto:

    condivido, lella… anche a me è successa l stessa cosa… le sto buttando non le sopporto più

  3. n ha detto:

    anche io come lella

  4. Lella ha detto:

    Ho da circa due anni una pentola con rivestimento ceramica marca Moneta pagata 45 euro. Per il primo anno tutto bene, i cibi non si attaccavano e la pulivo senza sforzi e senza spugne abrasive. Adesso è ingiallita, i cibi si attaccano completamente, non diventa più pulita e secondo me sta perdendo un po’ di ceramica: in pratica, la devo eliminare.
    Credo che a queste pentole dovrebbe essere aggiunto un triplo fondo per proteggerle dal fuoco.
    Se devo essere sincera sono piuttosto delusa.

  5. […] Padelle rivestite in ceramica e padelle smaltate: gli utensili di acciaio smaltato sono considerati estremamente sicuri per la salute, perché questo tipo di smalto non contiene piombo come quello usato per altri fini. L’unica raccomandazione importante riguarda gli utensili rivestiti di ceramica acquistati in paesi dove gli standard di sicurezza sono meno rispettati che in Europa o negli Stati Uniti: il rischio è che contengano alte quantità di cadmio, dannoso per la salute. […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009