3 ricette veloci con il cavolfiore

Di , scritto il 10 Dicembre 2018

Il cavolfiore è un ortaggio versatile: possiamo utilizzarlo dai primi piatti leggeri ai contorni crudi.

Vi abbiamo già parlato qui delle tante proprietà del cavolfiore per la salute… quindi perché non provare alcune ricette veloci con il cavolfiore?

Ve ne proporremo tre: un primo piatto leggero, una pizza senza farina e un contorno freddo.

In ogni caso, prima di queste preparazioni, il primo passo da fare è pulire il cavolfiore: dovete eliminare le foglie esterne, recidere le cime dal gambo con l’aiuto di un coltello e poi lavarle sotto l’acqua fresca corrente per qualche minuto.

Cominciamo da un primo piatto veloce.

 

Ecco un esempio di ricetta semplice e veloce con il cavolfiore.

Vellutata di cavolfiore

(dosi per 4 persone)

Mondate come spiegato sopra un cavolfiore di 800 grammi circa.

Sbucciate e fate a tocchetti circa 800 grammi di patate bianche, il tipo più farinoso, che vi garantirà un risultato più denso.

Affettate 1 porro a rondelle sottili, scartandone la parte verde.

Sciogliete in una pentola un’abbondante noce di burro.

Aggiungete il cavolfiore, le patate e il porro; fateli tostare mescolando e insaporite con una presa di sale e una generosa macinata di pepe.

Versate nella pentola un litro d’acqua e lasciate sobbollire a fuoco moderato per 10 minuti; poi coprite con un coperchio, abbassate il fuoco e proseguite la cottura per altri 20 minuti.

A questo punto usate un frullatore a immersione per ottenere una vellutata dalla consistenza omogenea.

Servite la vellutata di cavolfiore ancora calda, aromatizzata a piacere (noi abbiamo provato con una grattugiata di noce moscata) e condita a crudo con un filo d’olio extra vergine.

 

E dopo questo primo piatto raffinato, passiamo a una ricetta che piacerà alle mamme, perché è perfetta per far mangiare il cavolfiore ai bambini!

 

Come far mangiare il cavolfiore ai bambini: un modo diverso di preparare il cavolfiore!

Pizza al cavolfiore

Per questa pizza senza farina e senza lievito vi servono circa 800 grammi di cavolfiore mondato.

Sminuzzate le cime del cavolfiore con l’aiuto di un mixer.

Sbattete in una ciotola 2 uova con 3 cucchiai di grana grattugiato, aggiungete il cavolfiore sminuzzato, mescolando per ottenere un composto omogeneo. Condite con due pizzichi di sale e una macinata di pepe.

Rivestite una teglia con la carta da forno e versatevi il composto, livellandolo in modo che abbia uno spessore uniforme.

Condite con un filo d’olio extra vergine di oliva e cuocete in forno preriscaldato a 180 °C per circa 20 minuti, finché la base della pizza non è croccante.

Nel frattempo preparate la salsa: è sufficiente scaldare in una padellina antiaderente 200 grammi di passata di pomodoro con un filo d’olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale.

Tagliate 1 mozzarella a dadini e fatela scolare bene.

Quando la base della pizza è pronta, conditela con la salsa di pomodoro, i dadini di mozzarella, sale e qualche fogliolina di basilico.

Infornate per 10 minuti a 200 °C e… buon appetito!

 

Vi abbiamo dato un paio di ottime ricette con il cavolfiore, ma scommettiamo che molti di voi si stanno già lamentando della famigerata puzza del cavolfiore. Per questo abbiamo pensato di suggerirvi alcuni facili trucchi per…

 

Eliminare l’odore del cavolfiore durante la cottura.

Tutti i suggerimenti si basano sullo stesso principio: aggiungere nella pentola qualcosa che assorba l’odore del cavolfiore.

Ecco cosa mettere nell’acqua di cottura per risolvere il problema:

  1. una fetta di pane con molta mollica, imbevuta di limone o aceto bianco
  2. una patata sbucciata
  3. una foglia di alloro
  4. mezzo bicchiere di latte
  5. un cucchiaio di capperi.

Se usate la pentola a pressione, potete in alternativa posizionare una tazzina di aceto vicino allo sfogo del vapore.

Se il vostro naso è proprio delicato, dopo aver cotto il cavolfiore potete far bollire per qualche minuto acqua e alloro in un pentolino a parte.

E se neppure questo è sufficiente… abbiamo trovato per voi un contorno senza cottura!

 

Una ricetta crudista: il cavolfiore marinato con vinaigrette alla senape.

Cavolfiore crudo marinato

Questa ricetta semplicissima richiede un’unica accortezza: è consigliabile lasciare riposare il cavolfiore nella vinaigrette per 4-6 ore in modo da gustarne appieno il sapore.

Tagliate il cavolfiore a fette sottilissime e sistematelo in un contenitore dai bordi bassi.

Preparate la vinaigrette mescolando 2 cucchiai di aceto bianco, 1 cucchiaino di senape, 1 pizzico di sale e infine 6 cucchiai di olio extra vergine di oliva.

Potete anche aggiungere 1 cucchiaio di capperi sotto sale, dopo averli accuratamente sciacquati e asciugati con un po’ di carta casa.

Versate la vinaigrette sul cavolfiore, chiudete il contenitore con il coperchio e… pazientate!

 

Adesso non avete più scuse per bandire dalla vostra tavola il cavolfiore: vi abbiamo dato 3 ricette veloci e gluten-free! (ma prestate attenzione all’etichetta della senape…).



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009