Ricetta di Fabio Picchi: Fegato alla veneziana

Di , scritto il 27 Gennaio 2009

FegatoIl fegato alla veneziana (anche detto fegato alla veneta) è uno dei maggiori capolavori della cucina italiana, in cui per il suo sapore inconfondibile e in cui si accosta il sapore deciso del fegato all’aroma della cipolla. Questa è la versione della ricetta firmata Fabio Picchi e presentata in tv. Comunque lo si prepari è importante servire questo piatto appena preparato: se fosse riscaldato il fegato si presenterebbe duro e immangiabile.

Fare imbrunire le cipolle tagliate molto sottili in olio; verso metà cottura aggiungere pochissimo pomodoro. Poi cuocere le fettine di fegato in olio caldissimo aromatizzato con aglio e salvia. Servire le fettine caldissime con le cipolle cotte in precedenza.

[foto by MReads via Flickr]

4 commenti su “Ricetta di Fabio Picchi: Fegato alla veneziana”
  1. […] caratteristica pasta lunga tradizionale, ovvero i bigoli. Tra i secondi piatti spicca il famoso fegato alla veneziana e l’anatra, servita in diverse ricette, per esempio ripiena o in agrodolce. Un altro elemento […]

  2. […] solito, quando si parla di cucinare il fegato si opta per quel capolavoro di ricetta che è il fegato alla veneziana e infatti ne abbiamo parlato a suo tempo sulle nostre pagine. Questa è una versione un po’ […]

  3. […] grazie alla spiccata acidità presente. Capace di ripulire bene anche i cibi più grassi come il fegato alla veneziana, gradevole in abbinamento con pesce e risotti. Da bere fresco ad una temperatura di servizio 6-8° […]

  4. […] manzo in padella Roast beef alle erbe aromatiche Braciole fritte con acciugata Scannello alla neve Fegato alla veneziana Spezzatino con […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009