Coltelli e utensili da cucina in bambù: ecologici e naturalmente antibatterici

Di , scritto il 29 Febbraio 2012

L’ultima frontiera dell’eco-cucina vede protagonista il legno di bambù, una pianta la cui coltivazione è assai sostenibile dal punto di vista ambientale: gli arbusti impiegano infatti solo quattro anni a raggiungere la maturità, possono svilupparsi in pochissimo terreno e nelle condizioni meteorologiche più difficili, avendo bisogno di pochissima acqua di irrigazione. Inoltre, le piante sono naturalmente dotate di proprietà antibatteriche, che by-passano l’utilizzo di dannosi fertilizzanti e/o pesticidi. Un altro punto a favore delle coltivazioni di bambù è il fatto che consumano molta più anidride carbonica della media degli altri vegetali, producendo fino al 35% di ossigeno in più!

Per tutti gli eco-chef sarà un vero regalo un coltello in bambù, di solito venduto insieme a un apposito affilacoltelli, anch’esso dello stesso materiale.

I vantaggi dei coltelli in bambù sono molto apprezzati da coloro che spendono giornate intere in cucina: il taglio è assai preciso, massima è la sicurezza per la salute e anche la resa organolettica: infatti questo legno è perfettamente compatibile con verdura e frutta, di cui non altera il sapore. Ottimo anche per tagliare con precisione il pane, anche quello più fresco. Unica avvertenza: il materiale è molto pregiato, non può certo essere lavato in lavastoviglie: è necessario rapido lavaggio a mano subito seguito da asciugatura.

Le proprietà antibatteriche di cui parlavamo nel titolo sono particolarmente importanti anche per un utensile importante come il tagliere, spesso incriminato come veicolo di contaminazione per i cibi. Un tagliere in bambù, oltre a essere un oggetto di grande bellezza che dà un tocco di classe a qualunque cucina, è una garanzia in questo senso. Tra i vari modelli che troverete sul mercato, optate per uno che abbia le apposite scanalature per raccogliere i liquidi e dei piedini antiscivolo.

Per quanto riguarda la pulizia, consigliamo di risciacquarlo molto rapidamente e di ungerlo con un filo d’olio in modo che non si fessuri. Da evitare l’appoggio su un piano di lavoro bagnato: alla lunga l’acqua si infiltrerebbe, rovinando un oggetto estremamente prezioso, per quanto totalmente biodegradibile.


3 commenti su “Coltelli e utensili da cucina in bambù: ecologici e naturalmente antibatterici”
  1. Eva ha detto:

    sapreste dirmi nomi di aziende che trattano questi utensili??

  2. Roberto ha detto:

    Interessante questo articolo, non avevo mai visto coltelli in bambù !!!

  3. Aurora Marino ha detto:

    Cortesemente, vorrei che questa mia innovazione fosse inserita nel vostro ricettario. Certa di chiedere cosa gradita, un cordiale saluto
    Aurora Marino
    –=o=–
    FIORI IN CUCINA
    HIBISCUS
    – è una malvacea e contiene mucillagini, flavonoidi, coloranti generalmente del gruppo degli antociar come il citrico, il malico e simili; poi sali minerali e vitamine idrosolubili, soprattutto la C, se fresco.

    I fiori di ibisco sono l’ideale per un tocco floreale sia nei cocktails che in cucina. Un gusto ineguagliabile, accostali a vari piatti o nello champagne. Solitamente l’ibisco viene abbinato allo champagne o ad un buon prosecco. (Variante del brindisi, glicine e rose).
    R O S A

    – contiene olio essenziale che tuttavia cambia a seconda della mucillagini flavonoidi, tannini (soprattutto le varietà rosse), coloranti antociano sidi, sali minerali, acidi organici, con idrosolubili.
    GLICINE
    Contiene antociano sidi – sale minerali – acidi organici – vitamine idrosolubili.

    TORTA DI ROSE E GLICINE
    INGREDIENTI: 100 grammi di petali di rose e 100 di glicine frullati (freschi o surgelati) – ½ Kg. Di farina doppio 00 – 4 uova – 1 bustina di lievito per dolci – 1 Etto di zucchero e 2 cucchiai di miele millefiori, 200 g. di latte intero.
    ESECUZIONE: montare le due uova con lo zucchero e il miele, unire il frullato di fiori la farina e un pizzico di sale, amalgamare il tutto, spalmare la teglia di burro e un velo di farina, riscaldare il forno a 180° e cuocere per 30’, controllare la cottura dopo il 25mi’, a cottura ultimata spolverare con zucchero a velo, variante mandorle tostate in polvere ed altro. Lo stesso impasto può essere usato per ottime frittelle fritte.
    Innovativa pietanza completa di alimenti e poche calorie, per un’ottima colazione.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009