Ricetta: Il tabbouleh di amaranto

Di , scritto il 16 Aprile 2018

Non abbiamo ancora raccolto molte ricette a base di amaranto, ma vogliamo recuperare il tempo perduto perché ne vale assolutamente la pena. Questo pseudocereale è infatti ricchissimo di nutrienti, privo di glutine e relativamente versatile, sia in pietanze salate che dolci. Così oggi, invece di preparare il classico tabbouleh a base di bourghul o couscous, proviamo questa versione alternativa di facilissima preparazione e molto fresca.

Cuocere in acqua circa 250 grammi di amaranto in base alle indicazioni fornite sulla confezione. Lasciarlo raffreddare. Nel frattempo tagliare a dadini 500 grammi di pomodorini, 1 grosso cetriolo e 1 peperone rosso o giallo. Tritare finemente con la mezzaluna anche 1 cipolla di Tropea e 1 mazzetto di menta fresca. In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti con l’amaranto ormai freddo, aggiungere 1 spicchio d’aglio pestato, condire con il succo di 1 limone, olio extravergine d’oliva, sale e pepe. Lasciare riposare il tabbouleh (o tabouleh o tabuleh o tabulé) per almeno 30 minuti prima di servire.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009