Cosa sono e come funzionano i forni combinati?

Di

Forno combinato

forno

Il forno combinato è il dispositivo universale per il trattamento termico dei prodotti alimentari. È in grado di eseguire qualsiasi operazione che implichi l’uso di alte temperature per la cottura del cibo: la qualità della cottura è ottima e in grado di soddisfare tutte le esigenze.
Risulta inoltre in grado di sostituire buona parte delle apparecchiature mono funzionali per la trasformazione alimentare.

Questa meraviglia combina le funzioni di un forno a convezione con quelle della cottura a vapore. Dette funzioni sono inoltre utilizzabili insieme o in forma separata.

Per l’industria e per la casa

Le aziende di prodotti alimentari che ne facciano richiesta possono trovare forni combinati professionali. Con naturalmente le dimensioni adeguate alle loro esigenze.

Sta poi guadagnando popolarità anche tra i cuochi dilettanti il forno a vapore combinato domestico. Questo forno è progettato nello stesso identico modo, sebbene abbia dimensioni più ridotte, che si adattano a una cucina domestica.
Chi cucina a casa avrà notevoli vantaggi dall’utilizzo di un tale dispositivo, che è infatti in grado di sostituire il forno a induzione, il forno a gas, il forno a microonde e garantire una cottura più leggera grazie al potere della cottura a vapore.
Può inoltre riprodurre anche la cottura con tecnica a bagnomaria.

Forno combinato: dispositivo e principio di funzionamento

Se ti interessa acquistarne uno, conoscerne il funzionamento ti tornerà senz’altro utile.

Convezione

Questa funzione si ottiene facendo circolare aria calda in una camera sigillata. La circolazione è realizzata da una ventola ad alta potenza che funziona continuamente; questo permette che l’aria si riscaldi rapidamente. La convezione è considerata un’opzione di lavorazione rapida ed economica e permette di avere un trattamento termico che risulta essere uniforme, ben distribuito e ideale per ottime performance di cottura.

Generazione di vapore

Questa tipo di cottura può essere attuato in diversi modi. In questo senso, i forni a vapore combinati sono suddivisi in caldaia e iniezione. Entrambi sono molto popolari e la maggior parte dei produttori offre entrambi i tipi di dispositivi.
Attraverso la generazione del vapore è possibile avere cotture perfette e salutari: le pietanze rimarranno tenere e succose grazie all’elevata umidità presente negli ambienti di cottura.

Forni a caldaia combinata

Il funzionamento dei forni a vapore a caldaia combinata è assicurato da un generatore di vapore. La temperatura può variare a seconda della modalità selezionata. La caldaia contiene la quantità d’acqua richiesta (il suo livello è costante, mantenuto da un serbatoio con elettrodi). L’acqua viene fornita dalla rete idrica centrale attraverso un’elettrovalvola. Per evitare incidenti dovuti al surriscaldamento, il dispositivo è dotato di un interruttore termico, che si attiva quando la temperatura supera i 130 gradi.

Lo svantaggio dei forni a vapore combinati del tipo a caldaia è che si formano depositi di calcare sulle serrande del generatore di vapore: la soluzione ideale è installare un addolcitore d’acqua.
Inoltre, questi forni sono molto grandi, e ciò va preso in considerazione. Dopo aver analizzato le tue esigenze, consulta una selezione dei migliori forni a vapore combinati.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009