Ricetta: Il pesto alla genovese

Di , scritto il 10 Maggio 2010

Con questa ricetta siamo quasi certi di suscitare precisazioni o polemiche, ma in fondo siamo più che contenti quando i nostri lettori interagiscono con la redazione e tra di loro. Il pesto è la salsa ligure per eccellenza, di antichissima tradizione e le indicazioni o le dosi su come prepararlo possono variare. In teoria bisognerebbe utilizzare un mortaio come quello con cui lo preparano molte massaie e chef liguri. Ed è giusto che esista un Campionato Mondiale di pesto al mortaio. Non ce ne vogliano però i puristi del pesto se noi diamo la ricetta per prepararlo con il frullatore elettrico, non potrà mai competere con il vero pesto ligure, ma abbiamo anche bisogno di praticità! Da Gianfranco Vissani abbiamo appreso il segreto per mantenere il pesto di un bel colore verde: 1 cucchiaio di acqua sul fondo del frullino, che insieme al sale grosso conserverà la clorofilla. Da ricordare che il pesco si conserva per 30 giorni in frigorifero e, per condire la pasta, va sempre diluito con un cucchiaio di acqua di cottura per la pasta. I vini ideale per accompagnare i piatti conditi con il pesto sono bianchi, morbidi e profumati, per esempio il Pigato o il Sauvignon Blanc.

Frullare 35-40 foglie di basilico ligure (a foglie piccole e tenere, scartando il picciolo), 1 grosso spicchio di aglio e 1 pizzico di sale grosso. Unire 10 grammi di pecorino stagionato e 40 grammi grammi di parmigiano grattugiati, 20 grammi di pinoli (anche precedentemente tostati velocemente in padella senza olio), e 1 decilitro di olio extravergine (infinitamente migliore di tutti è l’olio ligure, che ha la caratteristica di essere dolce e non tanninico).


7 commenti su “Ricetta: Il pesto alla genovese”
  1. […] di cui esistono molte varianti nelle varie regioni italiane. Ingrediente fondamentale nel pesto ligure, sono anche eccellenti per altre salse , oppure come aggiunta a verdure saltate (come spinaci, […]

  2. […] su più strati di carta da cucina o un vecchio canovaccio pulito. In una ciotola mescolare 100 grammi di pesto alla genovese (possibilmente con aglio). Poi prendere uno stampo per pane o per plum cake e foderarlo con un […]

  3. […] al pesto. Che, per la verità, richiede di rifarsi a un altro articolo fondamentale: quello su come fare il pesto alla genovese con tutti i crismi. Se vi accontentate, potete anche optare per una confezione di pesto pronto, […]

  4. […] acqua e farina, (e, volendo anche una piccola quantità di patata lessa passata al setaccio. Per la preparazione del pesto alla genovese rimandiamo a un nostro post in archivio. Ricordate che per una migliore riuscita finale del piatto […]

  5. […] piatto, a patto che utilizziate dei gamberetti sgusciati e del pesto già pronto. Se vi manca la ricetta del pesto seguite il link per […]

  6. […] conoscono il pesto alla genovese, ma meriterebbe maggior diffusione anche quello fatto alla maniera trapanese, che ha come […]

  7. […] caratteristiche. Basti pensare che il prodotto principale della sua trasformazione, ossia il pesto alla genovese, da anni attende che gli sia riconosciuta la stessa Denominazione, ma già oggi per definirsi […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009