Ricetta: Brasato al barolo

Di , scritto il 23 Dicembre 2020

Oggi presentiamo la ricetta per un piatto regale: sua maestà il brasato al barolo, un secondo un tantino laborioso nella preparazione, ma sublime al palato. Il piatto è un grande classico della cucina piemontese, regione dove non manca mai nelle grandi occasioni e reso ancora più prezioso dall’utilizzo del ricercatissimo vino rosso delle Langhe.

Preparare gli ingredienti per la marinatura: 3 chiodi di garofano, 4 grani di pepe nero, 1 stecca di cannella, 1 rametto di rosmarino, 2 foglie di alloro, 2 coste di sedano, 1 cipolla e 2 carote (tutte le verdure vanno tagliate a pezzetti), 1 spicchio d’aglio. In una capiente zuppiera adagiare 1 arrosto di manzo (cappello del prete) da 1 chilogrammo, con tutti gli ingredienti preparati. Versare nella zuppiera 750 millilitri di barolo, poi ricoprirla con la pellicola trasparente e lasciare marinare in frigo per 8-12 ore. Scolare la carne senza buttare via il fondo, metterla su un tagliere, asciugandola perfettamente con della carta da cucina. In una padella fare sciogliere 15 grammi di burro in 50 grammi di olio extravergine d’oliva a fuoco medio. Quando il fondo è caldo, adagiare la carne e lasciarla rosolare a fuoco vivo, girandola su ogni lato in modo che sulla superficie si formi una bella crosticina. Poi trasferire la carne e il suo fondo di cottura in una capiente casseruola, alzare la fiamma e unire le verdure della marinatura scolate. Lasciare insaporire a fuoco lento per un quarto d’ora. Aggiustare di sale e versare il liquido della marinatura in modo che copra la carne fino a metà. Portare a ebollizione e poi coprire, abbassare la fiamma e lasciare sobbollire per 1 ora, poi girare la carne dall’altro lato, eventualmente aggiungendo ancora un po’ del liquido di marinatura cuocere per un’altra ora. Togliere il brasato dalla casseruola e appoggiarlo su un piatto coprendolo con un coperchio coperchio. Filtrare il fondo di cottura e, se non è abbastanza denso, ridurlo ancora sul fuoco alto. Intanto affettare la carne e disporla sul piatto da portata, guarnendole con la salsina derivata dal fondo di cottura.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFornelli.it – Ricette di cucina facili e veloci supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009